Autopromotec 2022: l’aftermarket automotive riparte da Bologna

Autopromotec 2022: l’aftermarket automotive riparte da Bologna

Taglio del nastro per la 29esima edizione di Autopromotec, la manifestazione dedicata alle attrezzature e all’aftermarket automobilistico che offre un punto di vista unico sul settore, in tutti i suoi comparti, e sulle tendenze che ne caratterizzeranno il futuro

Tecnologia e innovazione, attualità ed evoluzione, confronto e aggiornamento. Questi paradigmi riassumono i tratti fondamentali di Autopromotec 2022, la manifestazione dedicata alle attrezzature e all’aftermarket automobilistico inaugurata oggi a Bologna. Il mondo dell’aftermarket automotive si riunisce in presenza dopo la pausa imposta dalla pandemia, a formare una grande vetrina internazionale di prodotti e servizi specifici per ogni singolo comparto del mercato e un importante momento di approfondimento e confronto sull’evoluzione che caratterizza il settore: da oggi al 28 maggio 2022 l’aftermarket automotive riparte da Bologna.

Oltre 1.300 aziende ben dislocate su una superficie espositiva totale di 141.000m2, hanno scelto Autopromotec per dare risalto ai propri prodotti e servizi. La grande componente internazionale della manifestazione, caratterizzata da una forte impronta europea, è confermata dalla quota di aziende estere presenti, pari a circa il 25%, e dal totale di 42 paesi rappresentati. Ulteriore elemento che attesta la grande valenza internazionale della manifestazione è il numero record di delegati stranieri partecipanti, più di 180 provenienti da oltre 35 paesi, buona parte dei quali attraverso il supporto e il coordinamento del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Agenzia ICE, grazie alla cui rete territoriale sono stati selezionati operatori dai mercati più complessi e lontani. Le previsioni di incontri B2B in programma con gli espositori italiani, più di 800 in proiezione finale, un numero maggiore rispetto a quelli registrati nell’ultima edizione pre-pandemia, attestano il grande interesse delle aziende a tornare agli incontri in presenza. Autopromotec 2022, la cui internazionalità si rivela ancora più importante se rapportata all’attuale contesto globale, offre quindi un punto di vista privilegiato su ogni comparto dell’aftermarket automotive e, in particolare, verso il futuro del settore.

La mappa di Autopromotec, che si articola su 15 padiglioni del quartiere fieristico di Bologna, riconferma la completezza dell’offerta merceologica della manifestazione, andando a raccogliere tutti i sotto-settori del mercato aftermarket: le aziende sono infatti raggruppate per categoria merceologica, per consentire ai visitatori percorsi personalizzati sulla base degli interessi professionali. Tutto il mondo dei ricambi, componenti e car service, che ha registrato una forte impennata, è in mostra ai Padiglioni 14, 16, 18 e 21, con un padiglione in più, il 14, rispetto all’ultima edizione. Le attrezzature per l’assistenza del settore pneumatici, officina e sollevamento sono accolte nei Padiglioni 19 e 29. Il Padiglione 28 e parte del 29 è dedicato ai lubrificanti, il Padiglione 30 alle attrezzature per la diagnostica mentre il Padiglione 26 e parte del 29 alle attrezzature e ai prodotti per la carrozzeria. Le aziende del settore pneumatici, nuovi e ricostruiti, e dei cerchi, trovano spazio all’interno del Padiglione 20, utensili, compressori e attrezzature polifunzionali al Padiglione 36 mentre le attrezzature e i prodotti per le stazioni di servizio, gli autolavaggi e il car care al Padiglione 25. Completano l’esposizione 6 aree dimostrative esterne, dove sono ospitate tra l’altro le attrezzature per il soccorso stradale.

Autopromotec 2022 offre non solo un percorso nel cuore dell’aftermarket automotive, con le sue più recenti novità, ma anche uno sguardo attento verso il futuro, attraverso l’analisi e il confronto sulle tendenze che caratterizzano il settore. Per ogni operatore, la visita di Autopromotec rappresenta un momento di aggiornamento tecnologico e professionale, che fonda le proprie basi su una panoramica esclusiva dei più recenti prodotti, tecnologie e servizi, presentati direttamente dai protagonisti del mercato, ma anche sui momenti di approfondimento e confronto offerti dai numerosi workshop e convegni in programma.

Proprio su queste fondamenta nasce FUTURMOTIVE Experience – Talks – Startups, l’iniziativa con la quale Autopromotec, in collaborazione con ICE Agenzia, intende fare da guida al visitatore all’interno della manifestazione e, più in generale, attraverso le tendenze dirompenti che caratterizzano la filiera della mobilità: dalla transizione verso la sostenibilità ecologica del comparto, alla digitalizzazione, intesa in tutti gli aspetti del sistema, fino ai nuovi modelli economici che si stanno imponendo. L’iniziativa si articola in 3 diversi format, che accompagnano il visitatore nel suo percorso all’interno della manifestazione. All’ingresso della Fiera, all’interno del quadriportico di BolognaFiere, il visitatore viene subito catapultato nel profondo dell’evoluzione tecnologica, grazie a FUTURMOTIVE Experience, un’installazione spettacolare che tramite un’esperienza immersiva – fatta di immagini, luci, suoni e parole – mette a fuoco i trend più importanti per il business del futuro. Dalla raffigurazione all’approfondimento tangibile: FUTURMOTIVE Experience confluisce in FUTURMOTIVE Talks, l’ampio programma di convegni e workshop internazionali, da sempre elemento caratterizzante di Autopromotec, che anche per l’edizione 2022 va a trattare i temi più rilevanti per il settore, riunendo alcuni tra i più grandi protagonisti dell’innovazione tecnologica, in momenti di approfondimento e confronto specifici. Tra questi spiccano i 6 workshop a carattere globale e focus europeo del ciclo IAM – International Aftermarket Meetings. L’iniziativa di Autopromotec dedicata all’innovazione del settore si completa con FUTURMOTIVE Startups, in collaborazione con Motor Valley Fest di Modena, grazie alla quale alcune start-up presentano le proprie proposte innovative che si inseriscono nel flusso del settore automotive aftermarket: l’area dedicata è situata al Padiglione 22 in cui è presente anche una postazione connessa che offre la possibilità agli espositori di instaurare una relazione diretta con le start-up basate a Modena oltre a quelle già presenti nell’area dedicata in fiera.

Ma le novità di Autopromotec 2022 non finiscono qui. Electric City è l’area espositiva di 600m2 a basso impatto ambientale dedicata alla mobilità elettrica. Camminando all’interno della città connessa riprodotta all’interno del padiglione 29, si spazia da modelli compatti come la Dacia Spring fino ad elettriche ad alte prestazioni a partire dall’Audi RS e-tron GT da 646 cavalli con tensione di sistema pari a 800 Volt. Stessa tensione anche per la Hyundai Ioniq 5, recente vincitrice del premio World Car of the Year 2022, esposta vicina a novità di mercato come la Bmw i4. Per gli amanti dei maxi suv ad alto contenuto tecnologico c’è la Bmw iX, mentre per chi cerca dimensioni un po’ più compatte e linee da coupé è esposta l’Audi Q4 Sportback e-tron. Tra le anteprime presenti anche la nuova Renault Megane E-Tech Electric e le alimentazioni green alternative rappresentate dalla Hyundai Nexo a idrogeno. Non mancano hypercar futuristiche che anticipano la mobilità del futuro, grazie alla presenza della Lamborghini Terzo Millennio.

Per rimanere costantemente aggiornati su Autopromotec e sulle iniziative correlate alla fiera, vi invitiamo a visitare il sito www.autopromotec.com e a seguirne i profili social Facebook, LinkedIn, Twitter e IG (@Autopromotec e #Autopromotec2022).